Dimagrire eliminando i carboidrati?

Se hai pensato di perdere peso cominciando ad eliminare i carboidrati dalla tua alimentazione, allora dovresti leggere questo articolo.

E’ opinione comune che i carboidrati facciano ingrassare ed è una realtà che da Nutrizionista mi trovo ad affrontare tutti i giorni per la varietà di persone con le quali mi interfaccio nel mio studio.

L’eco che gli anni ’90 hanno lasciato in merito a diete LOW CARBS (basse in carboidrati), partite dagli USA, risuona ancora oggi. Già verso gli anni ’80 negli Stati Uniti d’America cominciava a farsi particolarmente oneroso da affrontare il problema obesità, figlio della crescita economica dei decenni precedenti e di un marketing avido di denaro e per nulla attento alla salute del consumatore. Questi anni hanno visto la nascita delle diete LOW FAT (basse in grassi) che in America avevano avuto molto successo, così che la  low carbs, adottata anche da molte top model influenti del tempo, avesse un egual impatto sulla popolazione.Risultati immagini per stivale italia pasta Questa dieta non è tardata ad arrivare anche in Italia, la patria dei carboidrati! Qualche coraggioso ha provato a promuoverla come stile alimentare sano e tutt’oggi è ancora utilizzata (la maggior parte delle volte senza la supervisione di un esperto in nutrizione e quindi mal utilizzata).

In prossimità della bella stagione c’è sempre qualche furbetto che pensa di risolvere il problema dei chili in eccesso abolendo pasta, pane e i carboidrati in generale. Purtroppo non risolve mai il “problema” definitivamente, perché non lo tratta all’origine.

Immagine correlata
Cereali, legumi, patate, frutta e verdura (alcuni tipi più di altri ) sono fonte di carboidrati

Ma cosa succede al nostro organismo quando eliminiamo i carboidrati?

  • Nelle prime 24-48h il corpo va in carenza massiccia di zuccheri dal torrente ematico e comincia a richiedere di mobilitare le riserve di glicogeno (la grande molecola che raccoglie le tante piccole di glucosio) da altri due organi che ne dispongono:  fegato, che però ne contiene in modiche quantità (100g)  e  muscolo (300-500g) Il glicogeno viene destinato soprattutto al cervello e ai tessuti anaerobici come i globuli rossi che, per “sopravvivere”, hanno assoluto bisogno di glucosio (perché non possono utilizzare gli acidi grassi a scopo energetico). In simili condizioni le richieste cerebrali di glucosio ammontano a 4 g/ora, mentre quelle dei tessuti anaerobici si attestano a 1,5 g/ora.
  • Con il passare del tempo, vista la modesta entità delle scorte di glicogeno epatico (100 g) e muscolare (300-500 g), la gran parte dei tessuti (muscolo, cuore,rene ecc.) si adatta ad utilizzare principalmente acidi grassi, risparmiando glucosio.
  • Si innesca una sintesi massiccia di corpi chetonici ed in particolare di Β-idrossibutirrato, che ha un effetto anoressizzante (sopprime l’appetito). Eliminando i carboidrati, aumenta la quota proteica da consumare e anche l’elevato apporto di proteine contribuisce ad allontanare lo stimolo della fame, con un effetto anoressigeno. I corpi chetonici diventano il principale substrato vitale per cervello (ma il cervello è un organo che si nutre avidamente di glucosio!!) portando talvolta a problematiche annesse all’utilizzo di corpi chetonici quali cefalea, nervosismo.
  • Il peso corporeo diminuisce per l’impoverimento di acqua e glicogeno.  Così nei primi 7 o 14 giorni che seguono l’inizio delle diete low carb si assiste al progressivo esaurimento delle riserve epatiche e muscolari di glicogeno. Una molecola di glicogeno lega a se’ una notevole quantità di acqua : ben 3g!! Una deplezione totale di glicogeno muscolare ed epatico porterebbe così ad un calo di peso di quasi 2kg..

MA ATTENZIONE!!! Si tratta di un dimagrimento fittizio perché non si accompagna ad una reale perdita di massa adiposa!

  • E’ un dimagrimento fasullo! Le scorte si impinguiscono di nuovo al primo pasto ricco in carboidrati che introduciamo. Risultati immagini per donna che mangia spaghettiPeggio ancora, potremmo innescare un meccanismo biochimico di compensazione ed introdurre più zuccheri del solito travolti da una fame nervosa da riduzione di glucidi. Questo episodio, reiterato nel tempo porta ad un accumulo di peso inevitabile.
  • Le diete low carb si accompagnano, inevitabilmente, ad una riduzione della massa muscolare, che viene intaccata per ricavare energia e glucosio da alcuni degli aminoacidi che la compongono. Si chiama CATABOLISMO CELLULARE o anche, per i più forti di stomaco 🙂  CANNIBALISMO MUSCOLARE
    Risultati immagini per perdita di massa muscolare
    E’ evidente una perdita muscolare e non di tessuto adiposo!

    Difatti il nostro corpo, per far fronte alle riserve energetiche, comincia a mangiare il nostro stesso muscolo con conseguente riduzione della massa metabolicamente attiva e quindi rallentamento del metabolismo (inevitabile)

  • La dieta low carb o very low carb hanno ragione di esistere per soggetti con particolari patologie conclamate, per i quali tale protocollo alimentare potrebbe essere fondamentale, ma NON A CHI VUOLE PERDERE PESO in fretta.

In ogni caso il mio consiglio è quello di eliminare i CARBOIDRATI CATTIVI non solo prima dell’estate, bensì sempre:

Bevande zuccherate o soft drinks. Le bibite zuccherate contengono tantissimi zuccheri che causano l’aumento del valore della glicemia nel sangue.

Cornflake con zuccheri aggiunti. Anche i cereali per la colazione che si acquistano generalmente contengono molti zuccheri aggiunti. La soluzione alternativa è acquistare cereali al naturale ed integrali

Merendine e biscotti confezionati. Bonificate la vostra dispensa da tutti questi prodotti dell’industria che non si cura della vostra salute!Merendine e biscotti confezionati contengono molti grassi saturi, conservanti e zuccheri. Lo stesso vale per le fette biscottate. Da eliminare in toto, preferendo snack a base di frutta fresca, secca o di verdura.

Pane bianco. Iperglicemizzante e spesso candeggiato con prodotti chimici che restano invischiati nella farina.

Patate fritte o in busta- Caramelle gommose- Zucchero semolato e fruttosio

Cosa consiglio a chi deve rimettersi in forma ?

COMINCIA SUBITO! 

Se non abbiamo ancora ottenuta la forma fisica desiderata è importante fissare l’ obiettivo, raggiungerlo e conservarlo nel tempo. Questo si può fare solo con l’aiuto di un Professionista della Nutrizione che oltre ad elaborare la miglior soluzione per il soggetto, lo educa nell’ approccio al cibo per far si che non debba mai più pensare di dover eliminare drasticamente alimenti dalla dieta in vista dell’estate o di un matrimonio o di una occasione importante.

Non si pensi che la forma la si debba ritrovare solo d’estate. Dovremmo far esprimere il nostro corpo nella migliore forma che ha, sempre, e sempre vuol dire tutto l’anno, tutta la vita! Il corpo per l’estate si costruisce d’inverno, praticando attività fisica e seguendo un piano alimentare bilanciato a seconda delle esigenze.

Non siete ancora pronti per la prova costume allora? Cominciate ORA con questo cambiamento, è un regalo per voi stessi! E se l’obiettivo lo raggiungerete dopo l’estate? CHE IMPORTA, state lavorando per voi stessi e non c’è motivo migliore per infilarsi  il costume da bagno QUEST’ANNO!

Se vuoi cominciare un percorso insieme a me contattami qui per richiedere la prima visita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...